Arran – Kintyre – Mull

29 luglio
La prima giornata scozzese si presenta serena e con un bel sole. Dopo una cinquantina di km ci fermiamo a visitare il Culzean Castle (alla biglietteria facciammo l’iscrizione annuale al Nationa Trust of Scotland, il corrispettivo scozzese del nostro FAI che per 95 sterline ci permette l’ingresso gratuito ad oltre 500 siti storici scozzesi). Il castello è qualcosa di spettacolare ma ancora meglio è l’enorme parco tutto attorno con boschi, giardini, serre ed un laghetto con cigni, anatre e cormorani. Ripartiamo a metà pomeriggio diretti ad Ardrossan per prendere il traghetto per Arran Island. Il biglietto è una sorpresa, solo 24 sterline per un’ora di traversata, in porto troviamo anche gli orari e le tratte dei traghetti delle isole nord-occidentali potendo così progettare il tragitto per i prossimi giorni.
Km totali: 114

Stassera si dorme qui
Coordinate: 55.55573 -005.14383
Piazzola panoramica attrezzata ai margini di un bosco, sulla strada poco fuori Brodick.



30 luglio
Mattinata trascorsa a zonzo per Arran, visitando qualche spiaggetta con tanto di foca ma soprattutto visitando l’area archeologica di Machrie Moor, ricca di stones circles e tombe preistoriche. Nel primo pomeriggio visita di Brodick e quindi traversata sulla penisola di Kintyre (16,40 sterline).
Km totali: 97

Stassera si dorme qui
Coordinate: 55.64582 -005.48072
Piazzola panoramica attrezzata sulla spiaggia, sulla strada poco fuori Claonaig



31 luglio
Si parte di buon’ora per raggiungere il Mull of Kintyre, la punta della penisola dove sorge un faro nel punto in cui la Scozia è più vicina all’irlanda, meno di 20km, nel Canale del Nord. Purtroppo quando arriviamo, al termine di un lungo single track parecchio stretto e dissestato, una fitta nebbia ci sconsiglia di fare l’utlimo tratto di circa due km a piedi e ci tocca tornare indietro. Si risale quindi tutta la penisola facendo sosta a Campbeltown e più su ancora fino a Kilmartin Glen a visitare i numerosi siti preistorici, il bel museo locale e la chiesa con le sue pietre tombali medievali custodite nel vicino cimitero, tutto molto interessante. Arriviamo ad Oban in tempo erp il traghetto delle 17.30 ma c’è coda e non riusciamo ad imbarcarci, poco male visto che riusciamo a salire sul successivo delle 19.30 (21,65 sterline).
Km totali: 228

Stassera si dorme qui
Coordinate: 56.44693 -005.66333
Piazzola panoramica vicino al Duart Castle



1 agosto
Il bel tempo persiste e ne approfittiamo per visitare Mull: scendiamo fino alla sua estremità meridionale, a Fionnphort, in un paesaggio selvaggio e acque smeraldine e traghettiamo a piedi sull’isola di Iona dove visitiamo l’abbazia e i ruderi del convento femminile. Risaliamo quindi costeggiando il lato occidentale dell’isola fermandoci per la notte su una bella spiaggia di ciottoli.
Km totali: 117

Stassera si dorme qui
Coordinate: 56.46083 -006.04310
Spiazzo erboso sulla spiaggia



2 agosto
Nottata tranquilla anche se freddina… Tragitto tranquillo caratterizzato da parecchie soste-foto fino alla bianca spiaggia di Calgary dove la Bea finalmente può riprendere in mano l’aquilone, non più usato dall’Irlanda. Sosta a Tobermory dove visitiamo l’acquario e il museo locale e dove prenotiamo i biglietti per i traghetti di domani (124 sterline per le due tratte Craignure-Oban e Oban-Castlebay sulle Ebridi).
Km totali: 83

Stassera si dorme qui
Coordinate: 56.49613 -005.77516
Area picnic attrezzata sulla spiaggia, vicino a Craignure



Questa voce è stata pubblicata in Europa, Scozia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi