Skye – Loch Ness – John O’Groats

9 agosto
Stamattina visita del Museo di Skye e del vicino cimitero dove è sepolta Flora Macdonalds, un’eroina locale molto conosciuta in Scozia. Il Museo è composto da diverse BlackHouse restaurate dove sono consrvati cimeli della passata vita contadina mentre il museo oltre alle spoglie di Flora contiene altre tombe antiche interessanti tra le quali quella di un famoso “pipers”, un suonatore di cornamusa, ed un cavaliere medievale ritratto con tanto di spadone, tutto molto interessante. A metà mattina trekking di un paio d’ore verso il Quiraing, un’alta scarpata basaltica immersa in uno degli scenari più belli di Skye. Dopo pranzo sosta a Portree per la spesa e quindi sulla penisola di Waternish per la notte
Km totali: 100

Stassera si dorme qui
Coordinate: 57.55618 -006.64185
Piazzola attrezzata sulla penisola di Waternish in posizione panoramica sulle Ebridi

10 agosto
Ci siamo addormentati ieri col sole e ci svegliamo stamattina sotto un acquazzone… Si parte con l’intenzione di arrivare al faro di Neist Point ma la visibilità ridotta mi fa cambiare idea, ci fermiamo quindi a visitare il castello di Dunvegan, bello ma caro (31 sterline). Stessa sorte tocca al villaggio di Elgol, la strada panoramicca indicata dalla guida sarebbe sprecata con questo tempo, decidiamo allora di uscire da Skye in direzione di Loch Ness. Ci fermiamo a Eilean Castle per la visita del bellissimo castello (17 sterline), poi piano piano, tra montagne boscose in cui incontriamo due magnifici cervi, arriviamo a Dores dove facciamo la conoscensa di un tizio che vive sulla spiaggia del lago dal 1991 per avvistare il mostro…. Passeggiata sulla bella spiaggia del Loch (sempre sotto la pioggia che ci accompagna da stamattina) e poi un’ottima cena al Dores Inn.
Km totali: 248

Stassera si dorme qui
Coordinate: 57.38414 -004.32919
Parcheggio tranquillo e ombreggiato poco distante da Dores.

11 agosto
Mattinata piovosa, volevamo tornare in riva al lago a Dores ma non si può. Breve sosta ad Inverness per spesa e rifornimento e all’immancabile negozio di souvenir sulla sponda settentrionale del lago e poi si punta a nord verso John O’Groats, in punta alla Scozia e, come recita il cartello di benvenuto al villaggio, “alla fine della strada”. Prenotiamo il traghetto per domani per le Orcadi e ci sistemiamo in campeggio per bucato e doccie serie
Km totali: 264

Stassera si dorme qui
Coordinate: 58.64374 -003.06803
“John O’Groats Camping”, sul mare, in paese, economico (18 sterline senza elettricità), acqua calda gratuita

12 agosto
Visita dei dintorni di John O’Groats: Dunnet Head, il punto più settentrionale di Inghilterra e la vicina Dunnet Bay, considerata a ragione una delle più belle spiagge scozzesi. Dopo un altro giretto a John O’Groats salpiamo da Gills Bay per le Orcadi (94 sterline)
Km totali: 86

Stassera si dorme qui
Coordinate: 58.74129 -002.97186
Piazzola su una spiaggia di ciottoli, vicino a delle scogliere e piena di foche


Questa voce è stata pubblicata in Europa, Scozia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi