Shetland

19 agosto
Notte relativamente tranquilla, la nave era confortevole e pulita. L’arrivo in porto è stato puntuale alle 7.30, dopo aver spostato il camper fuori dalla nave sono tornato a bordo dove mi aspettavano moglie e figlia per la colazione (si può restare a bordo fino alle 9.30, solo bisogna spostare il veicolo). Andiamo in città a Lerwick a rifornirci di depliant e mappe all’ufficio informazioni poi puntiamo decisi verso nord puntando all’isola di Unst, la più settentrionale, con l’intenzione di iniziare da lì il giro delle Shetland, scendendo piano piano. DOpo due traghetti (ma se fatti in giornata se ne paga solo uno, 19,30 sterline) arriviamo a Unst dove pranziamo alla spiaggia di Norwick. Dopo pranzo trekking di un paio d’ore all’Hermaness National Nature Reserve, bellissima la vista sulle scogliere che ripaga dei 45 minuti di cammino per arrivarci lungo un bel sentiero attraverso una zona umida (quasi tutto il sentiero è su passerelle) tra pecore e stercorari dall’aria minaccioso ma innocui. Tantissimi gunnet ma anche qui le pulcinelle avevano già fatto i bagagli…
Km totali: 124

Stassera si dorme qui
Coordinate: 60.76112 -000.82643
Piazzola in riva al mare



20 agosto
Oggi freddo e acqua ci hanno accompagnato tutto il giorno. Stamattina visita al bel Muness Castle buio e tetro tanto da volerci la torcia per visitare gli interni del piano terra. Subito dopo pranzo, approfittando di un momento di relativo bel tempo abbiamo fatto un bel giro alla spiaggia di Sandwick con la sua longhouse vichinga e il vecchio cimitero. Dopo aver traghettato su Yell siamo stati alla Windhouse, una vecchia casa che si dice infestata dai fantasmi, purtroppo pesantemente in rovina e per questo chiusa all’accesso. Dopo aver sfruttato il wifi gratis al porto di Gutcher ci siamo portati a Gloup per la notte che si preannuncia parecchio fredda.

Km totali: 76

Stassera si dorme qui
Coordinate: 60.72076 -001.07355
Piazzola in posizione panoramica di fianco ad un monumento commemorativo



21 agosto
La mattina si prresenta nebbiosa e umida e come se non bastasse riprende a piovere. Prendiamo il traghetto che ci riporta da Yell al Mainland e ci dirigiamo sull’isola di Muckle Roe, collegata con un ponte, dove pranziamo quindi ci dirigiamo a nord verso Stennes dove ci fermiamo in attesa (sperando) che smettesse di piovere. Infatti dopo un’ortta ha smesso e ci ha consentito di fare una passeggiata in spiaggia e lungo la scogliera da dove abbiamo potuto ammirare il Dore Holm, un grosso scoglio con un bell’arco di roccia, e quindi al faro di Eshaness dove abbiamo fatto un lungo giro sul bordo delle scogliere, tra lock, antichi insediamenti dell’Età del Ferro e grotte marine dalla volta crollata.
Km totali: 99

Stassera si dorme qui
Coordinate: 60.48958 -001.62660
Parcheggio del faro di Eshaness



22 agosto
Dopo un giretto mattutino attorno al faro di Eshaness avvolto nella nebbia ci siamo diretti nel West Mainland, una zona delle Shetland particolarmente bella, ricca di collinette ammantate d’erica con le starde che corrono sinuose a perdita d’occhio. Prima tappa lo Stanydale Temple, un sito preistorico che si ritiene fosse adibito a tempio, bello e interessante. Sosta pranzo a Sandness e poi giù verso le due isolette di Trondra e West Burra, collegate da ponti al Mainland, con le due stupende spiaggie di Minn Beach e di Meal Beach, dove dormiamo.
Km totali: 135

Stassera si dorme qui
Coordinate: 60.10213 -001.32367
Parcheggio della Meal Beach, con servizi



23 agosto
Stamattina visita del favoloso sito preistorico di Jarlshof, dove in un unica zona si sovrappongono gli uni sugli altri i resti di 5000 anni di storia, dalle capanne del Neolitico al broch dell’Età del Ferro, dalla longhouse vichina alla Laird’s House del 1600, veramente interessante. Nel primissimo pomeriggio ci siamo presentati all’imbarco del traghetto per l’isola di Mousa ma dopo un ora di attesa senza vedere nessuno siamo venuti via, ci ripresenteremo domani meteo permettendo. Abbiamo quindi visitato la St Ninian’s Isle con la sua bellissima spiaggia che la unisce alla terraferma e Sumburgh Head, la punta meridionale delle Shetland, per visitare il faro e le belle scogliere (anche qui le pulcinelle se ne sono andate a metà agosto…).
Km totali: 119

Stassera si dorme qui
Coordinate: 59.94495 -001.33751
Piazzola sulla spiaggia



24 agosto
Al risveglio la mattinata si presenta nebbiosa e umida, si pensa quindi di non andare a Mousa e prendersela comoda. Dopo colazione passeggiata sulla spiaggia e poi via vers Lerwick per visitare la città. Lungo il percorso però ripassiamo davanti al molo per Mousa, il tempo è migliorato e siamo giusto in tempo per il traghetto, decidiamo al volo di partire e ci azzecchiamo: su Mousa il tempo è splendido e con una luce perfetta per le fotografie. Appena arrivati andiamo subito a visitare il broch per cui l’isola è famosa, alto e maestoso e ancora perfetto dopo 5mila anni di storia sulle spalle Saliamo fino in cima lungo le ripide scale di pietra a chiocciola tra le due pareti della torre e in alto, a 13 metri, il panorama sull’isola e sulle scogliere è stupendo. La passeggiata attorno all’isola è piacevole e per nulla stancante, torniamo sulla terraferma e dopo pranzo ci dirigiamo a Lerwick per visitare il bel Museo delle Shetland e per un giro in città.
Km totali: 41

Stassera si dorme qui
Coordinate: 60.14641 -001.13836
Piazzola sulla strada poco fuori Lerwick, in posizione panoramica e vicino alla passeggiata cittadina



25 agosto
Giornata dedicata alla visita di Lerwick in attesa dell’imbarco per Aberdeen. Vista di Fort Charlotte e pranzo sul molo con un poco caratteristico ma ottimo kebab. Imbarco alle 19 e navigazione tranquilla, allietata da un bellissimo tramonto sulle Shetland all’orizzonte.

Km totali: 11

Stassera si dorme qui
Traghetto per Aberdeen

Questa voce è stata pubblicata in Europa, Scozia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi