Baring Strand

11/07/2017
Stamattina puntuali alle 10 eravamo di fronte la porta di ingresso del Moesgaard Museum in attesa dell’apertura, pensavamo di essere i soli invece eravamo già in compagnia di parecchie altre persone e da lì a poco avremmo capito il perchè: il museo ha esposizioni di archeologia ed antropologia spettacolari, noi pensavamo di vedere solo l’Uomo di Grauballe, il corpo mummificato motivo principale della nostra visita a questo museo, invece ci siamo ritrovati catapultati in una miriade di reperti che spaziavano dall’Età della Pietra ai Vichinghi in cui la mummia quasi scompare di fronte a tale vastità di tesori. Inoltre anche la parte antropologica si è rilevata molto interessante con filmati tradizionali ed in realtà virtuale, esposizioni sull’evoluzione umana ecc. Credo uno dei migliori musei che abbiamo mai visitato e che ci ha tenuti occupati per quasi quattro ore nonostante l’abbiamo visitato relativamente di fretta.
Nel pomeriggio trasferimento verso l’isola di Fyn con sosta a Jelling per vedere le sue due pietre runiche, Patrimonio dell’Unesco, tra cui quella di Harald Bluetooth considerata “il certificato di battesimo della Danimarca” dato che ha la più antica raffigurazione di una croce cristiana.

Km totali: 147,4

Stassera si dorme qui
Coordinate: N55.51017 E009.88184

Parcheggio sulla spiaggia di Baring Strand, con servizi



Questa voce è stata pubblicata in Danimarca, Europa e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi