Isola di Rugen #1

23/07/2017
Ieri sera dopo cena, posteggiati vicino al porto di Rodby e già pronti per prendere il traghetto per Puttgarden questa mattina, ci siamo accorti di aver saltato la visita di importanti tombe a cumulo sull’isola di Mon. Sconfortati dalla cosa siamo andati a letto pensando se valesse la pena o meno rifare la strada appena fatta per arrivare fin lì.
Questa mattina la decisione: si torna indietro di 75km, si visitano le tombe e poi si passa in Germania da Gedser su Rostock anzichè da Rodby su Puttgarden. Torniamo quindi a Mon, visitiamo le meritevoli tombe di Klekkendehoj, Kong Angers Hoj, Sprovedyssen e Gronsalen, quindi di nuovo verso sud, questa volta fermandoci su Falster anzichè Lolland, fino a Gedser dove arriviamo giusto giusto in tempo per prendere il traghetto delle 13.
Sbarcati in Germania ci dirigiamo subito all’isola di Rugen dove troviamo posto per la notte in un parcheggio sotto una pineta e vicino ad una spiaggia che andiamo subito a visitare.
Appena scesi in spiaggia troviamo due pezzettini d’ambra (dopo 45gg di ricerche ne avevamo all’attivo solo 4 miseri frammenti) ma un violento scroscio d’acqua ci costringe a tornare al camper dove passo il tempo fotografando i pini battuti dall’acqua.
Dopo cena altro giretto in spiaggia e qui Elisa fà il colpaccio: un pezzo d’ambra grosso come un pugno, bellissimo! Trascorriamo la serata in ricerca e alla fine, oltre al grosso blocco, si conteranno una ventina di pezzettini!

Km totali: 359,8

Stassera si dorme qui
Coordinate: N54.60150 E013.38638

Parcheggio sulla strada vicino Juliusruh, isola di Rugen, gratuito la notte, 3,50 euro il giornaliero



Questa voce è stata pubblicata in Europa, Germania e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi